Privacy Utenti

Mentre la ricaduta iniziale dalle perdite Prism e le successive rivelazioni sul sempre più diffuso spionaggio governativo incentrato sulla violazione della privacy informatica nei confronti dei privati cittadini, le grandi aziende di archiviazione dati come Dropbox, Amazon Web Services e Microsoft Azure, stanno cominciando a riadattare i loro servizi di cloud storage.

Questi grandi gruppi stanno iniziando a rivolgere attenzione alla dislocazione dei propri servizi in Svizzera, un paese neutrale e che ha sancito per legge il diritto alla privacy. L’obiettivo è tutelare i dati sensibili dei clienti e tenerli lontano da occhi indiscreti di cyber criminali e governi.