Come difendere la privacy dei Big Data aziendali

Protezione dati - Big data

La protezione dei Big Data sta per subire una profonda revisione con il nuovo GDPR europeo, il regolamento che entrerà in vigore a maggio 2018 e che comporterà pesanti ammende alle aziende che non rispetteranno le linee guida.

Il tema è di assoluta priorità in quanto la violazione dei dati rappresenta uno dei più grandi problemi per le PMI europee. Gli hacker di tutto il mondo sono infatti sempre più interessati alle informazioni in possesso delle aziende, con queste ultime che non possono ormai più fare a meno di lavorare con i Big Data per poter crescere e rispondere con efficacia alle richieste dei clienti.

Cosa devono fare le aziende

La gestione delle informazioni è diventata sempre più centrale per un’azienda che vuole crescere e salvaguardare, al tempo stesso, la protezione dei propri Big Data. In previsione dell’introduzione del nuovo regolamento GDPR, le aziende possono iniziare a muoversi in varie direzione per garantire ai propri clienti ed evitare che le informazioni finiscano in mani sbagliate.

Utilizzare standard di sicurezza su misura

La maggior parte della aziende utilizza dei fornitori esterni per la gestione dei Big Data attraverso piattaforme cloud dedicate. Quando viene scelto il fornitore è essenziale comunicare a quest’ultime le condizioni di sicurezza che meglio si adattano alle specifiche esigenze aziendale. Se un fornitore non è in grado di garantire determinati standard allora è il caso di rivolgersi ad un altro fornitore.

Utilizzare la crittografia dei dati

Per proteggere la privacy dei clienti è molto utile utilizzare la crittografia dei dati. Questo permette di rendere anonimi i dati sensibili in entrata. L’alternativa è quella di oscurare i dati, eliminando i riferimenti alle persone.

Affidare la gestione dati ai professionisti

Per facilitare la messa in sicurezza e la catalogazione dei dati aziendali è necessario affidare la gestione, archiviazione e lavorazione dei Big Data a professionisti del settore. I professionisti dell’IT sono infatti in grado di:

  • Verificare il rispetto degli standard di sicurezza e privacy;
  • Monitorare mensilmente il lavoro svolto;
  • Ottimizzare la gestione delle informazioni utili ai processi produttivi aziendali.

Fare formazione interna

È essenziale fare formazione aziendale interna sulla cybersecurity. Difendere con efficacia i Big Data in possesso passa infatti anche da un efficace lavoro di formazione dei propri dipendenti.

Non badare al risparmio

Per la protezione efficace dei Big Data è utile affidare la gestione delle informazioni aziendali a tutti i fornitori che offrono servizi di Cloud Privato. I vantaggi si traducono in termini di affidabilità e sicurezza. Inoltre i dati vengono separati da quelli di altre aziende. Scopri di più sulle nostre soluzioni di Cloud Privato.